Puntata #3- martedi 23 febbraio alle 19.00

STREAMING OFF

Stagione 2, puntata #3

GUARDA LA PUNTATA

                   FACEBOOK                                                                    YOUTUBE                     

Tema della puntata:

I giovani aut-attori e l’OFF made in Italy: Nuove forme di drammaturgia, rivisitazioni dei classici, esportazione del teatro italiano OFF all’estero

ARTISTI DELL'OFF Online per Voi

Ospite della puntata:

ALBERTO FUMAGALLI — Compagnia: Les Moustache

Oltre ad avere un laurea in beni culturali, Alberto Fumagalli si è diplomato presso la Scuola di Teatro e arti performative STAP BRANCACCIO di Roma. La sua carriere lo porta a ricoprire più ruoli; dal 2012 è drammaturgo, regista e fondatore della Compagnia Teatrale Les Moustaches.

Nel 2018, con il suo spettacolo “il Giovane Riccardo”, vince il premio di miglior spettacolo del Milano Fringe Festival. L’anno seguente viene selezionato per partecipare al festival D’Avignon 2020.

Nel 2019, viene scelto per la Selezione finale del Premio Hystrio alla Vocazione – Finalista Bando Testinscena – Fondazione Claudia Lombardi Lugano 2019 con il testo “Il Presidente,”

Il suo spettacolo “La difficilissima storia della vita di Ciccio Speranza” : vince il Roma Fringe Festival nel 2020 (premio Fersen per la ricerca e l’innovazione e premio della stampa); diventa finalista nel Bando Theatrical Mass Campo Teatrale; viene selezionato per la fase finale del Premio Scenario 2019;  viene messo tra gli spettacoli della rassegna Venice Open Stage 2020; ed è tra i sei finalisti di Direction Under30 2020.

Spettacolo: Il Giovane Riccardo
Riccardo York è un giovane di soli diciassette anni, erede diretto di Edoardo York, padrone della gloriosa azienda petrolifera di famiglia. Con il padre, Edoardo, in fin di vita, il destino del ragazzo sembra immediato e segnato. Tratto dalla famosa opera shakespeariana, “Riccardo III”, lo spettacolo racconta delle difficoltà di Riccardo nell’affrontare la vita, condizionata sin dalla nascita da una forte malformazione fisica e dal difficile rapporto con la madre Elisabetta. Amicizia, amore e potere, vengono trattati dagli occhi di Riccardo, troppo sfortunato per essere detestato, troppo subdolo per essere amato. 

Testo e Regia: Alberto Fumagalli

Interpreti: Ludovica D’Auria / Alberto Fumagalli / Marta Malvestiti / Antonio Muro / Diego Tricarico

Produzione: Les Moustaches / Teatro Studio 1 Roma


PREMIO SELEZIONE MILANO OFF OFF 2019 – SCENA OFF INTERNAZIONALE
PER LA PARTEIPAZIONE AL FESTIVAL AVIGNON LE OFF 2020

FOCUS: tra Catania e Milano

Ospiti della puntata:

Tiziana Bergamaschi– Attrice, Fondatrice Teatro Utile (MI)
Nicola Alberto Orofino– Regista (CT)

TIZIANA BERGAMASCHI – Fondatrice dell’Associazione Culturale “Teatro Utile, il viaggio”

Tiziana Bergamaschi si è diplomata all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” e laureata all’Università “La Sapienza” di Roma con una Tesi di Laurea sul Metodo Mimico, nella sua applicazione presso il “Centro di avviamento all’espressione” di Firenze.

Oltre al suo lavoro di attrice e regista è stata docente di Storia del Teatro e di Storia dello Spettacolo presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”. In questi ultimi anni è stata docente del progetto “Incontri con la drammaturgia contemporanea” prima all’Accademia Nazionale e poi all’Accademia dei Filodrammatici.  Attualmente è ideatrice e docente responsabile sempre per l’Accademia dei Filodrammatici del progetto “Teatro Utile”, esperimento pilota di un laboratorio multiculturale all’interno di una scuola d’arte teatrale, giunto al suo nono anno di vita. 

Ha fondato l’Associazione Culturale “Teatro Utile, il viaggio” formata da attori di diverse nazionalità che attraverso la pratica teatrale diffondono un teatro attento alle esigenze di una società sempre più multietnica e alle minoranze fragili.

NICOLA ALBERTO OROFINO- Attore e Regista

Nicola Alberto Orofino debutta giovanissimo al Piccolo Teatro di Catania nella “Cantatrice Calva” nel maggio del 1999. Nel dicembre dello stesso anno è ammesso alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa, fondata da Giorgio Strehler e diretta da Luca Ronconi. Qui lavora per tre anni con le più grandi personalità teatrali italiane ed europee: Luca Ronconi, Massimo Popolizio, Mariangela Melato, Franco Branciaroli, Lydia Stix, MariseFlach, FerrucioSoleri. 

Numerosi sono gli spettacoli nei quali recita diretto da Luca Ronconi: “La vita è sogno”, “Phoenix”, “Candelaio”, “Infinities”, “Amor nello Specchio”. Nel 2000 recita nel “Socrate”, di Vincenzo Cerami e Nicola Piovani per la regia di Gigi Proietti e al Teatro alla Scala di Milano, nell’opera “Tatjana” di A. Corghi, in prima esecuzione assoluta, con la regia di Peter Stein.

Nel 2001 collabora con Franco Zeffirelli in “Aida” e lavora con AugustìHumet (direttore dell’Istituto del Teatro di Barcellona) nello spettacolo “El otro el mismo”, assieme agli allievi delle maggiori scuole teatrali italiane ed europee. Sempre nello stesso anno è lo stage con Sam Schacht, insegnante e regista dell’Actors Studio di New York. Nel novembre 2001 riceve una borsa di studio donata da Luca Ronconi e dall’Università Statale di Milano. Nel 2003 è recita con Gianfranco De Bosio in “Vaccaria”, “Il Parlamento” e “Bilora” e nel 2004 comincia la collaborazione con Gianni Salvo al Piccolo Teatro di Catania.

 Ha curato la regia di diversi spettacoli tra cui: “Il libertino”, “Ciano”, “Giulio Cesare”, “Tartufo”, “Virginedda Addurata”, “Misantropo”. Al Teatro Stabile di Catania cura la regia di “La Bottega del Caffè”, “Il Gabbiano”, “Pietra di Pazienza”, “Troiane”. Dal 2009 collabora con l’Istituto di Cultura Italiano di New York e l’Università di Princeton. Dal 2012 al 2015 è stato direttore artistico del progetto XXI IN SCENA. Ha diretto numerosi laboratori teatrali e corsi di aggiornamento a Catania, Caltanissetta, Milano e Agrigento.

FINESTRA OFF: APERTURE SUL MONDO

Ospite della puntata:

GREG GERMAIN

- Presidente dell' Avignon Festival & Compagnies LE OFF dal 2009 al 2018

- direttore del teatro "Chapelle du Verbe Incarné" (Avignon)

GREG GERMAIN

Per 10 anni presidente dell’ Avignon Festival & Compagnies LE OFF (2009 al 2018), dopo essere stato per diversi anni vicepresidente al fianco di André Benedetto fondatore del festival.
Nel 1992 ha fondato CINÉDOM +, un’associazione che riunisce molti artisti della diaspora d’oltremare. Una delle sue difficoltà era trovare uno spazio per l’espressione artistica dove i territori d’oltremare, l’Africa e la diaspora trovassero i loro veri luoghi, rompendo così gli stereotipi di una creazione fantasticata.
Nel 1997, Greg GermainMarie-Pierre Bousquet , direttrice della Société de Production Ax Sud, in una vecchia cappella in disuso di Avignone fondano il teatro  Chapelle du Verbe Incarné con una mission ben precisa: “includere i creatori d’oltremare nel concetto culturale nazionale, la sfida è consentire che l’identità culturale sia riconosciuta come un elemento della ricchezza culturale della Francia odierna e non come motivo di esclusione esplicita o implicita….. suscitare nelle popolazioni d’oltremare dei dipartimenti d’oltremare e della Francia, un nuovo spirito di appartenenza e quindi di cittadinanza naturalmente attiva.
Il teatro  Chapelle du Verbe Incarné è un vero e proprio Centro Risorse per i territori d’oltremare, con possibilità di residenza di creazione a maggio / giugno per lo spettacolo presentato al festival di luglio. Con una reale preoccupazione per il networking culturale interregionale, attorno agli spettacoli creati durante queste residenze sono organizzati workshop composti da dilettanti professionisti, semiprofessionisti o PACA.
Il suo incontro con Antoine Bourseiller determina la sua carriera di attore . Rimarrà 9 anni in questa truppa e aprirà con Antoine Brouseiller il 2 ° posto dell’IN, il Cloître des Carmes. Pierre Debauche, Jorge Lavelli, George Tabori, Raymond Paquet e altri gli offriranno grandi ruoli in teatro.
Lavora anche al cinema in una quindicina di film. Negli anni 79-86, la serie TV Médecins de nuit, gli ha dato una fama senza precedenti per un artista francese nero.
Nel 1978, anno del 150 ° anniversario dell’abolizione della schiavitù, inventa la prima edizione del FESTIVAL TOMA. Da 13 anni ne è il direttore artistico.
Greg Germain inoltre programma e presenta Multiscénik, l’unico palco settimanale PAF, ogni domenica sera alle 21:30 sul canale televisivo Francia Ô.
È anche la voce francese di Will Smith e doppia regolarmente altri attori come Sydney Poitier, Denzel Washington, ecc.
Nominato dal CSA, è membro del Consiglio di amministrazione di Audiovisual Exterior of France (TV5 Monde – RFI – France 24), membro del CPMHE (Comitato per la memoria e la storia della schiavitù), Direttore dell’ADOC (Associazione per lo sviluppo di opere e culture creole). Greg Germain è Cavaliere della Legion d’Onore.

Avignon Festival & Compagnies LE OFF

Il Festival Off di Avignone è il vero polmone teatrale dell’intera manifestazione francese che in genere occupa quasi tutto il mese di luglio. Ogni anno aumentano le compagnie e i titoli degli spettacoli. Si pensi che nel  2019 erano 124 i Teatri off di Avignone, più 15 i luoghi tipo magazzini, botteghe, garage, saloni di appartamenti etc…) dove si rappresentano circa 1600 pièces al giorno.
La prima edizione ebbe luogo dal 4 al 10 settembre 1947, organizzata da Jean Vilar, attore, regista e direttore di teatro. Il festival è composto da due parti, In e Off. A quest’ultimo può partecipare qualunque compagnia lo voglia, senza limitazioni.
Il Festival Off di Avignone è partner ufficiale e modello d’ispirazione del MILANO OFF FRINGE FESTIVAL sin dalla sua prima edizione del 2016.

IL TUO PENSIERO IN SCENA

Alberto Fumagalli legge:

"Io e il teatro" di Elena Morandotti

Elena Morandotti è una studentessa al terzo anno del liceo Beccaria di Milano. Fa teatro da 6 anni e, poiché partecipa al PCTO, ha deciso di mettersi in gioco scrivendo un testo riguardo a cosa rappresenta per lei il teatro.

Sono Elena e amo recitare.
Potrebbe bastare solo questa come descrizione, ma aggiungerò poco altro.
Sono sensibile, energica, sognatrice, timida, un po’ permalosa e orgogliosa, e molto empatica.
Ho sedici anni, vivo a Milano e faccio treatro da ormai sei anni, ho iniziato per gioco ed in poco tempo si è trasformata in pura passione, essenziale.

 

 

PRESENZE IN UNO SCATTO

E’ un breve momento in cui saranno presentate e commentate immagini di vita che la gente ha voluto immortalare. Teatri chiusi, uscite rare, pandemia: lo sguardo delle persone è cambiato e ogni punto di vista merita di essere tenuto in conto.

FRESH OFF: le nostre nuove voci

Giuseppe Randazzo

Monologo: “Eliodoro” da Romeo Mastrangelo

Giuseppe Randazzo in arte Giupy è un attore Palermitano, classe 1991.
Nel 2007 ha scoperto il mondo del teatro e diede inizio alla sua formazione, prettamente autodidatta all’inizio, frequentando laboratori teatrali extra-scolastici. Dopo il diploma, ha continuato a studiare con diversi corsi formativi e workshop specializzati sull’uso della voce parlata. Da ottobre 2020, inizia un nuovo corso di formazione e preparazione presso il nuovo corso di laurea in “Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo” curriculum “Recitazione e professioni della scena” all’università di Palermo insieme al Teatro Biondo Stabile di Palermo.